La nostra storia

Per scoprire come è nato il nostro Corpo Musica bisogna tornare indietro di parecchi anni, fino al 1910.

Il fondatore e primo maestro fu Don Giacomo Carboni, parroco della parrocchia di villa dal 1908. Da grande appassionato di musica fonda inizialmente la “Schola Cantorum” riscontrando un grande entusiasmo in paese. 

Qualche tempo dopo decide di fondare una “società Filarmonica”, raggruppa circa 40 appassionati, procura strumenti, spartiti ed una rudimentale divisa tutto a sue spese.   Gli spazi in oratorio sono pochi così la primissima aula di musica è la sacrestia.  Il primo servizio pubblico della nuova formazione è l’8 aprile 1912 in occasione della solenne processione per il Lunedì dell’Angelo con delle belle e adatte marce religiose. Nello stesso anno arriva anche la prima trasferta a Pontida per la festa federale delle azioni cattoliche.

Nel luglio 1914 la nostra banda ormai è diventata adulta e necessita di una vera divisa ed ecco che ai 42 bandisti viene confezionata una dignitosa divisa color cachi con berretto alla marinara (interamente pagata da Don Carboni). Per ovviare alla crescente disoccupazione di quel tempo Don Carboni decide di ampliare l’oratorio che ospiterà la nuova sala banda. 

Nel 1915 l’entrata in guerra dell’Italia obbliga a sospendere qualsiasi attività e quasi tutti i componenti della banda devono partire al fronte. 

Nel 1919 la bacchetta passa al maestro Pietro Pelliccioli. Nel 1923, cambio di maestro, arriva Cesare Taramelli. Si decide la riparazione generale degli strumenti e l’acquisto di nuovi per una spesa di 500 lire. 

La marcia su Roma il 28 ottobre 1922 non porta immediate ripercussioni, ma dal 1925 le cose cambiano e tutte le associazioni culturali sono costrette ad essere schedate per tenerne sotto controllo l’attività. Ogni concerto deve iniziare e terminare con la Marcia Reale e l’inno fascista. Fiutata la situazione, don Carboni decide di intitolare il Corpo Musicale a Papa PIO XI e lo fa entrare nelle opere educative dell’oratorio S. Carlo dotandolo di un’apposita convenzione costitutiva e statuto; il direttore dell’oratorio (il parroco quindi) sarà quindi anche direttore / presidente del Corpo Musicale Parrocchiale (e tutt’oggi è ancora così). 

Nel 1929 arriva un nuovo maestro: Antonio Capelli che detiene la direzione fino al 1931 per poi lasciare il  posto a Giovanni Gasparini che dirigerà fino al 1940. Durante i loro mandati, nella banda entra a far parte il suonatore di basso Carlo Offredi che si distingue per potenziale e bravura. Nel 1940, in accordo con il consiglio della banda, Offredi assume la direzione della banda; diventerà il più longevo dei maestri: per 38 anni sarà il protagonista musicale del Corpo Musicale PIO XI di Villa d’Almé

Nella seconda metà degli anni 30’ nubi minacciose si addensano all’orizzonte. Nel 1940 l’Italia scende in guerra. L’attività del Corpo Musicale viene ridimensionata e nel 41’ è costretta al fermo. Dopo 5 lunghi anni terminarono le ostilità. Il curato di allora don Milesi procura nuovi strumenti: si può ripartire. La prima uscita è giovedì 24 maggio 1945 per i funerali ai caduti delle fiamme verdi. La processione con le 15 bare dei partigiani “Ribelli per amore” sfilano preceduti dalla musica per le vie del paese suscitando una profonda commozione nella popolazione intervenuta. 

Il 1950 si apre con la festosa accoglienza del Neo vescovo Pietro Sigismondi che fa ingresso nella sua chiesa battesimale con il nostro corpo musicale schierato sul sagrato. Nell’ottobre del 1959 si pensa ai preparativi del 50esimo ed al rinnovo della divisa ormai logora. Essendo ben pochi i denari nelle casse della banda si fa appello alla popolazione la cui risposta non tarda ad arrivare. 

Nel 1970 ricorre il 60° di fondazione che si vuole degnamente celebrare con la consegna da parte del parroco dei premi ai musicanti. Al momento della consegna della medaglia al maestro risuona improvvisa la marcia “il mio dinamico parroco” da lui stessa composta.

Nel 1972 il maestro Offredi lascia definitivamente la direzione al villese Giuseppe Locatelli (per tutti Beppe) che dirigerà fino al 1994. Sono questi anni di fervente attività che vede la nostra banda impegnata in molti servizi sia religiosi che civili sul territorio Bergamasco ed oltre; infatti il 7 giugno 1981 la banda è ospite a Levier in Francia.  IL 1985 è l’anno europeo della musica e coincide con il 75° anni di fondazione, in tale occasione viene donato il labaro che rappresenta il Corpo Musicale. Da questo anno in poi la vita della banda può essere degnamente raccontata attraverso la cronaca di alcuni dei più importanti eventi e dai maestri che si sono susseguiti. 

Nel 1986 viene eseguito un concerto con la Fanfara del 2° battaglione Bersaglieri di Lugano. 

Nel 1991 nasce l’ABBM (Associazione Bergamasca Bande Musicali) di cui la banda entra subito a far parte. Lo stesso anno, in occasione del concerto di S. Cecilia la banda si presenta con la nuova divisa così composta: Giacca Bordeaux, cravatta della stessa tonalità, camicia bianca e pantaloni/ gonna neri. Questa è ancora la divisa ufficiale della banda. 

Nel 1994 grazie alle aziende di promozione turistica bergamasche la nostra banda si esibisce a Venezia in occasione della XX “Vagalonga”. L’anno successivo è nominato nuovo direttore del Corpo Musicale Fabio Morzenti. In questi anni tanti sono i concerti e altrettanti i componenti che si avvicendano nella banda, soprattutto grazie al fervente corso allievi. Grazie all’estro del maestro Morzenti la banda esplora anche generi mai provati prima modernizzandosi: ill Jazz e lo swing.

Arriviamo così al 2000. Per il 90° di fondazione la banda si esibisce in diversi concerti varie parti del paese e fa gli auguri di Natale dalla cima del campanile. 

Dal 2001 nuovo cambio di maestro, la nuova bacchetta è del villese Stefano Morlotti che dirigerà fino al 2009. 

Durante la sua direzione tante iniziative sono degne di nota, come ad esempio la partecipazione all’inaugurazione del carnevale di Venezia nel 2002 in cui tutti i musicanti si sono travestiti da arlecchino; o la partecipazione al concorso internazionale 8° Flicorno d’oro a Riva del Garda classificandosi 4° nella sua categoria.  Oppure nel 2007 il caratteristico concerto dal titolo Acqua, o con le collaborazioni con il coro Nuova Armonia di Chiari (BS). Un doveroso ringraziamento va al maestro Morlotti che grazie  alla sua passione, alle sue competenze e professionalità ha riarrangiato moltissimi brani originali per banda arricchendo il nostro bagaglio culturale.

Nel 2009 nuovo cambio di maestro, arriva Oscar Locatelli che però dopo pochi mesi lascia il suo posto al maestro Walter Pomarico e con lui arriviamo al 2010: anno del centenario. Ambizioso è il programma dei festeggiamenti lungo tutto l’anno che coinvolge rinomati gruppi dai generi musicali più disparati oltre al nostro Corpo Musicale: Società filarmonica S. Cecilia di Cosio Valtellino (gemellata dal 2008 con la nostra banda,  JW orchestra di Marco Gotti, Claudio Angeleri e l’orchestra tascabile, Gruppo fiati Musica aperta (Bg), Quintetto di ottoni Luster Brass, Compagnia teatrale Magico Baule, Civica Filarmonica di Lugano (unico concerto in Italia nel 2010), Anghelion Gospel Choir nel concerto natalizio. 

 

Nel 2010 un’altra grande opportunità viene offerta al Corpo Musicale che il 26 agosto si esibisce insieme al coro Nuova Armonia di Chiari in Piazza vecchia in città alta in occasione di S. Alessandro. Questo è l’ultimo concerto del maestro Pomarico che lascia il suo posto al maestro Danilo Belotti che dirige e guida la banda ancora oggi. 

In questi ultimi 10 anni la banda si è rivista e reinventata indossando molteplici abiti ma rimanendo sempre la stessa nella sua essenza di corpo Musicale e di amici che si ritrovano a fare musica. Di seguito vale la pena elencare i titoli dei concerti più riusciti e delle collaborazioni più importanti e significative.

  • 2012 Musical “Il destino dell’umanità” e “il dottor Vero amore” in collaborazione con la compagnia teatrale Magico Baule.

  • 2013 concerto di Natale Con ANTONELLA RUGGERO

  • 2014 concerto di Natale dal titolo JAZZ & co. In collaborazione con la JW orchestra di Marco Gotti

  • 2015 concerto dal titolo THE DIVINE COMEDY- il viaggio di dante in musica. Riproposto poi anche nella chiesa di S. Agata del Carmine in città alta.  Lo stesso anno in occasione del concerto di natale concerto dal titolo GIROVAGANDO in collaborazione con i maestri Coscia e Trovesi. 

  • 2016 concerto di Natale JOY con il coro Nuova armonia di Chiari. 

  • 2017 concerto The ODYSSEY musica e parole; IL GOBBO DI NOTRE-DAME (musica dal vivo in contemporanea alla proiezione del fil Disney); concerto di natale LA MIA BANDA SUONA IL ROCK in collaborazione con il gruppo Jolly Roger.

  • 2018 concerto IL PICCOLO PRINCIPE (musica e narrazione); concerto in occasione del 2 giugno MILLE PAPAVERI ROSSI; concerto di Natale DIVE in collaborazione con Nails Band.

  • 2019 Musical LEGEND NEVER DIE in collaborazione con l’accademia MusicAll di Brescia; concerto di Natale ALL’ OMBRA DELL’ ULTIMO SOLE in collaborazione con la band Ottocento.

Durante tutti questi anni è maturata la forte amicizia con il Corpo Musicale Vertova diretto sempre da Danilo Belotti che ci ha portato e ci porta tutt’ora a fare tantissimi concerti e collaborazioni.

Il 2020 come tutti saprete è stato un anno molto difficile e, come tutto, anche l’attività della nostra banda ha dovuto fermarsi in presenza, ma grazie alla tecnologia non lo ha dovuto fare definitivamente. Molteplici sono stati i video pubblicati sui nostri canali social. Ogni componente ha registrato la sua parte a casa e messe tutte insieme hanno creato un unico brano e video. Tanto per citarne alcuni: il brano Rinascerò Rinascerai anche magistralmente cantato dai nostri bandisti, gli auguri di Natale con il brano Astro del Ciel con le voci dei ragazzi dell’associazione Dinamico onlus; il tutto con lo scopo di stare vicino ai nostri affezionati e portare un messaggio di speranza e vicinanza. 

Attualmente l’attività e ripresa a pieno ritmo nel pieno rispetto delle vigenti normative e contiamo di continuare per almeno altri… 110 anni!